RI.Blog

Ri.Analisi e CreditAgri: uniti per aiutare le aziende agricole

DATA PUBBLICAZIONE: 18 Dicembre 2018
placehold
placehold

Nuova partnership tra Ri.Analisi e CreditAgri, per aiutare in modo trasparente ed efficace le imprese agricole che si trovano in una situazione di sovraindebitamento.

Cristina Cavina, amministratrice di Ri.Analisi, afferma:
"Insieme a Roberto Grassa, amministratore delegato di CreditAgri Italia, abbiamo deciso di siglare il contratto di rete d'impresa per unire le reciproche esperienze e fornire un concreto aiuto agli imprenditori agricoli, mediante l'utilizzo dell'unico strumento giuridico oggi esistente, seppur ancora semi sconosciuto"

Ri.Analisi è la prima società specializzata in materia di sovraindebitamento in Italia e CretitAgri Italia è la principale società finanziaria espressione del mondo agricolo Coldiretti.
La partnership tra queste due realtà consolidate offre oggi un concreto supporto a tutte le aziende agricole in crisi debitoria.

L'azienda agricola soggetto "non fallibile"

Ricordiamo che le aziende agricole, per loro natura giuridica, non sono "fallibili".
Se l'imprenditore agricolo si trova in una situazione di crisi debitoria, non può accedere alle normali procedure fallimentari, ad esclusione degli accordi di ristrutturazione dei debiti ex art. 182 bis, previste per le imprese commerciali. 

La Rete d'impresa CreditAgri-Ri.Analisi si propone di effettuare una prima analisi gratuita della posizione degli agricoltori che non riescono ad affrontare i debiti contratti.

L'amministratore delegato CreditAgri Italia, Roberto Grasso, ha dichiarato:
"La continua ricerca da parte di CreditAgi Italia di soluzioni atte ad aiutare il mondo dell'agricoltura, dopo mesi di approfondito studio in collaborazione con Ri.Analisi, ha portato alla costituzione di Rete Legge 3/2012 CA.R., il cui fine è aiutare in modo trasparente, equilibrato ed efficace, tutti gli operatori interessati al mondo agricolo al ricorrere di una situazione di sovraindebitamento".

L’azienda agricola in crisi può ricorrere alla Legge 3/2012

Grazie alla Legge 3/2012, l'impresa agricola può ricorrere a due procedure:

  • l’Accordo di Composizione della Crisi;
  • la Liquidazione del Patrimonio.

Con l’Accordo di Composizione della Crisi, l’azienda può concordare con i propri creditori un rientro e/o una ristrutturazione del debito, anche parziale, purché sostenibile finanziariamente, fattibile e con l’assenso di almeno il 60% dei creditori.
L’azienda, in questo modo, può riavviarsi e sanare in un tempo accettabile i propri debiti.

La Liquidazione del Patrimonio avviene quanto l'azienda mette a disposizione il “proprio patrimonio” per poter far fronte alle richieste dei creditori. E' possibile, in questo caso, ottenere una sensibile riduzione o addirittura l’azzeramento dei debiti e poter ridare una vita dignitosa all’imprenditore e ai soci coinvolti.

La scelta tra un percorso o l'altro viene analizzata dai professionisti che conoscono a fondo le problematiche specifiche di ogni impresa, prospettando una soluzione definitiva. 

Fare affidamento a professionisti esperti significa evitare errori nella presentazione della documentazione o nell’applicazione della legge; errori che impedirebbero al soggetto di accedere ai benefici della legge per 5 anni.

Questo è il motivo che ha portato all'unione con un partner competente e strategico come Ri.Analisi.

L'intervista di CreditAgri

CreditAgri Italia si propone come intermediario finanziario per le imprese agricole associate in Italia. 

Attraverso il rilascio di garanzie in favore del sistema bancario e di altri intermediari, sostiene e facilita l’accesso al credito dei propri soci.
Offre servizi di assistenza e consulenza in materia di credito e finanza d’impresa ed ora, grazie alla partnership con Ri.Analisi è in grado di offrire un concreto supporto alle imprese agricole in crisi da sovraindebitamento.

L'amministratore delegato, Roberto Grasso, ha dichiarato:
"La continua ricerca da parte di CreditAgi Italia di soluzioni atte ad aiutare il mondo dell'agricoltura, dopo mesi di approfondito studio in collaborazione con Ri.Analisi, ha portato alla costituzione di Rete Legge 3/2012 CA.R., il cui fine è aiutare in modo trasparente, equilibrato ed efficace, tutti gli operatori interessati al mondo agricolo al ricorrere di una situazione di sovraindebitamento".

Ecco l’intervista di CreditAgri, presentata a Coldiretti Emilia Romagna TG, lo scorso 30 novembre 2018:


Se sei un imprenditore agricolo in una situazione di crisi debitoria, puoi contattarci subito per una prima consulenza gratuita.

Condividi su:
Categoria: News