• ESAME DEL CASO

    Valutiamo gratuitamente la tua posizione, i debiti, le risorse, verifichiamo se rientri nella normativa. In tal caso, elaboriamo una previsione approssimativa dell’ammontare del debito abbattuto, con oggettività e realismo.

  • Primo incontro gratuito

    La consulenza inizia con un primo incontro gratuito con un professionista di Ri.Analisi, nella sede richiesta.

    Condivisione informazioni

    In questa occasione si condividono tutte le informazioni rilevanti, in entrambe le direzioni: noi ti illustriamo come funziona il procedimento e rispondiamo ad eventuali dubbi.
    Per avere un quadro generale del caso, da parte tua chiediamo delucidazioni circa:

    • In quale tipologia di soggetto giuridico rientri (consumatore, professionista, etc.);
    • La tua storia debitoria, con una descrizione sommaria delle passività pendenti;
    • Il valore del tuo patrimonio, redditi, entrate, uscite;
    • Eventuali procedimenti esecutivi in corso, come pignoramenti, etc.;
    • Altri elementi pertinenti.

    Assicuriamo ai nostri assistiti il massimo della riservatezza. Sarai tutelato da un documento sulla privacy e sui dati personali che ti chiederemo di firmare.

    Valutazione ammissibilità, strategia e previsione di massima

    Sulla base delle informazioni condivise, stabiliamo innanzitutto se:

    • Sei un soggetto non fallibile;
    • Rispetti tutti i presupposti per avviare la pratica di “composizione della crisi da sovraindebitamento”.

    Se l’esito della valutazione è positivo, l’analisi prosegue.
    Ti suggeriamo quindi:

    • Qual è la strategia con cui affrontare il percorso, quale procedura si addice di più al tuo caso tra quelle previste dalla normativa (Per un approfondimento visita la pagina dedicata http://www2.rianalisi.it/it/legge-3-2012 );
    • Una stima approssimativa dell’abbattimento del debito che riteniamo possa essere approvata dalla sentenza del giudice

    Non promettiamo miracoli, saremo realistici e trasparenti nel prevedere come il giudice risponderà alla tua istanza. In ogni caso, la previsione può essere disattesa dai fatti. La migliore pubblicità per Ri.Analisi la fanno i clienti soddisfatti, per questo è nel nostro interesse fornire una previsione sostanzialmente congruente alla realtà.

    Termini del servizio

    A questo punto illustriamo i termini contrattuali del nostro servizio. In sintesi, la parcella si paga a rate, di cui una in anticipo, senza la quale la pratica non può iniziare.

    L’ammontare delle rate è direttamente proporzionale al tempo speso dai nostri professionisti sul caso in questione.

    Indicativamente, Il costo del servizio ricade nell’intervallo 4.000-10.000 euro, un piccolo sacrificio se confrontato con i benefici che si traggono in termini di riduzione o azzeramento del debito. E’ un contributo adeguato alla professionalità offerta, una professionalità indispensabile per chiudere le tue posizioni debitorie una volta per tutte e ripartire da zero.

  • RACCOLTA DOCUMENTAZIONE

    Raccogliamo tutta le documentazione necessaria ed impostiamo la pratica per il ripianamento del debito.

  • Hai deciso che vuoi farti aiutare da Ri.Analisi a ripartire.

    Ci occupiamo noi di raccogliere tutta la documentazione necessaria per avviare la pratica.

    Questa fase richiede circa un mese e mezzo di lavoro.

    Di seguito alcuni esempi di documenti che richiediamo. Poiché si riferiscono sia a consumatori che imprenditori, alcuni di essi potrebbero non riguardarti.

    • antiriciclaggio
    • certificati (carichi pendenti, casellario giudiziale etc.)
    • dichiarazione dei redditi / bilanci / buste paga
    • estratto conto
    • estratti conti enti pubblici (agenzia entrate, Inail, Inps etc.)
    • contratti di mutuo / leasing / locazione
    • visure (camerale, catastale, ipotecaria, etc.).

    Occorre presentare in modo veritiero la propria situazione, passivi e attivi. Non ammettiamo in nessun caso che le informazioni da te fornite siano parziali o false, bensì ci accertiamo con metodo e rigore che il quadro fornito sia completo e veritiero. Il medesimo approccio è adottato dai giudici e i professionisti incaricati delle pratiche di esdebitazione.

    Ricordiamo che una risoluzione del piano imputabile ad una tua negligenza ti esclude dalla possibilità di beneficiare in futuro della Legge 3/2012.

    A questo proposito, per trasparenza chiariamo fin da subito che un’interruzione della procedura o altre situazioni sfavorevoli dovute ad una negligenza dell’assistito, non annullano il costo accumulato fino a quel momento per il servizio fornito da Ri.Analisi.

    Hai deciso che vuoi farti aiutare da Ri.Analisi a ripartire.

    Ci occupiamo noi di raccogliere tutta la documentazione necessaria per avviare la pratica.

    Questa fase richiede circa un mese e mezzo di lavoro.

    Di seguito alcuni esempi di documenti che richiediamo. Poiché si riferiscono sia a consumatori che imprenditori, alcuni di essi potrebbero non riguardarti.

    • antiriciclaggio
    • certificati (carichi pendenti, casellario giudiziale etc.)
    • dichiarazione dei redditi / bilanci / buste paga
    • estratto conto
    • estratti conti enti pubblici (agenzia entrate, Inail, Inps etc.)
    • contratti di mutuo / leasing / locazione
    • visure (camerale, catastale, ipotecaria, etc.).

    Occorre presentare in modo veritiero la propria situazione, passivi e attivi. Non ammettiamo in nessun caso che le informazioni da te fornite siano parziali o false, bensì ci accertiamo con metodo e rigore che il quadro fornito sia completo e veritiero. Il medesimo approccio è adottato dai giudici e i professionisti incaricati delle pratiche di esdebitazione.

    Ricordiamo che una risoluzione del piano imputabile ad una tua negligenza ti esclude dalla possibilità di beneficiare in futuro della Legge 3/2012.

    A questo proposito, per trasparenza chiariamo fin da subito che un’interruzione della procedura o altre situazioni sfavorevoli dovute ad una negligenza dell’assistito, non annullano il costo accumulato fino a quel momento per il servizio fornito da Ri.Analisi.

  • PRESENTAZIONE DELL'ISTANZA

    Presentiamo al Giudice competente l'istanza di esdebitazione che comporta sospensione immediata di tutte le eventuali procedure di pignoramento in corso.

  • Sulla base della documentazione fornita prepariamo l’istanza. Insieme al cliente assistito, la depositiamo in tribunale.

    Le fasi successive sono le seguenti:

    • Il giudice e/o l'Organismo di Composizione della Crisi (OCC) che accolgono l'iniziativa nominano un professionista, incaricato di seguire la pratica;
    • Ci occupiamo di fornirgli tutte le informazioni utili, senza nessun costo aggiuntivo per te;
    • Il professionista predispone una relazione;
    • Inoltre, con il nostro ausilio, collaborerai con il professionista esterno per la redazione della bozza del piano;
    • Infine, il professionista di Ri.Analisi deposita il ricorso in tribunale.
  • PROCEDURA GIUDIZIARIA

    Seguiamo l'iter giudiziario per mezzo dei nostri avvocati e forniamo ogni supporto utile alla decisione del giudice.

  • La bozza del piano viene resa definitiva dal professionista, coadiuvato dal consulente di Ri.Analisi e dal cliente.

    Ora l’iniziativa procede diversamente a seconda dei casi:

    • Nel caso del piano del consumatore viene omologato dal giudice. Di norma, l'assenso dei creditori non è necessario;
    • Nel caso di proposta di accordo, i creditori devono approvare nella misura del 60% dei crediti ammessi. Vale il principio del silenzio assenso;
    • Anche per quanto riguarda la liquidazione del patrimonio, si avvia la procedura senza nessun tipo di assenso, purché siano rispettati i presupposti di legge, verificati con attenzione da Ri.Analisi prima del deposito della pratica (non fallibilità, non aver commesso reati di frode verso i creditori negli 5 anni precedenti, non aver contratto debiti colposamente).

    Se con il passare del tempo non riesci a pagare le rate del piano del consumatore o della proposta di accordo, puoi ricorrere alla procedura di liquidazione.

    Per un focus sulle diverse procedure, leggi il nostro approfondimento www.rianalisi.it/it/legge3/2012

  • CHIUSURA

    Portiamo la pratica fino alla sentenza del giudice, che nella nostra esperienza comporta l'estinzione totale o parziale del debito nel 99,8% dei casi.

  • Nel 99,8 % dei casi la procedura ha successo e comporta:

    • riduzione o estinzione del debito
    • esdebitazione: sei liberato da tutti i debiti residui nei confronti dei creditori non soddisfatti.
    • cancellazione del proprio nominativo dalle banche dati (es CRIF e sistemi di informazione finanziaria) con la possibilità di accedere nuovamente al credito.

I professionisti di Ri.Analisi ti seguiranno dall’inizio alla fine, con professionalità e disponibilità. Con il nostro supporto potrai ripartire da zero e ritrovare la serenità.